Acquisti incauti e altre simpatiche cose che non farò mai più

Tanto per non farvi disperare, perché lo so che morite dalla curiosità di sapere cos’è che faccio in questo periodo.

Siccome che sono cecata, direbbe avrebbe detto la Marchesini e io cecato lo sono nell’intelletto o meglio: siccome che io so’ stupido me so’ comprato un pc nuovo che m’è costato quasi quello che guadagno in un mese di servitù della gleba.

Mi pareva però, mortaccimia, brutto non comprare la stessa marca sulla quale avevo fatto uno dei miei pesantissimi pipponi conditi di: è una merda-è una merda

E così ora posso dirlo ancora e con cognizione di causa, mortaccimia.

La merda il pc mi ha dato problemi enormi e dopo tre mesi di calvario mi sono deciso a ricorrere all’assistenza che -in garanzia- è solo a Milano e tutto sommato poteva andare peggio considerato il prodotto. Milano è sempre più vicina di Shanghai e, bontà loro, le mail che con solerzia i musi gialli mi inviano non sono manco in cinese, ma nella lingua della perfida Albione che conosco appena meglio.

È passato quasi un mese e nemmeno posso dire, come Aigor, che potrebbe andare peggio, perché già sta piovendo, mortaccimia.

mo so pompiere

e se via de torpignattara te turba
perché è piena de cingalesi,
pensa che prima era piena de calabbresi

C’è stato un tempo in cui tutto ciò che non era almeno vagamente trashmetalpunkhardrock sarebbe stato un abbinamento blasfemo ai jeans-chiodo-anfibi e perfino i Kiss erano robba da ricchioni

i Motley Crue continuano a esserlo

Poche concessioni all’eresia, un po’ di ska, Vasco Rossi e poco altro.

Colleferro Metal Punk 666

*pevvoi quattro farei de tutto.

che vòi, ‘n’amaca sotto ‘n tiglio? ‘o devi solo di’

peccato non aver potuto preparare il compagno Stalin sui blog giusti

Pare, non dico per il marxismo, non avendo le conoscenze per sostenerlo in maniera credibile, ma per certi marxisti certamente, che il pregiudizio sia quello che tiene conto dell’esperienza pratica.

La bellezza dell’idea di organizzazione del formicaio, ma forse anche di un’operazione a cuore aperto, è l’unica discriminante di cui tener conto per valutare la giustezza dell’ipotesi, per non cadere nel pregiudizio. Mica che il formicaio funzioni o che le formiche sopravvivano, no!

Se le formiche non sopravvivono è perché non si è stati sufficientemente ortodossi.

Eppure siamo certi che infilandolo dal culo, il cuore, possa sistemarsi in sede e cominciare a battere, il fatto che possa accadere il contrario non inficia l’ipotesi… pardon: il dogma.