guardavo un culo e mi sono dimenticato lo scalino

mai confondere eversione e stragismo

Non è giusto dire che l’eversione armata sia terrorismo: tutti uccidono.

Al mio paese un idraulico ha ammazzato la moglie a colpi di chiave inglese. Vogliamo affermare che tutti gli idraulici sono degli assassini?

Piuttosto, chi gli ha venduto quella chiave? L’avrà certo acquistata in una ferramenta, ma non possiamo accusare tutti i commercianti, purtroppo;

semmai gli inglesi.

E non mi piace parlare di violenza terrorista, ogni giorno quando sfoglio il giornale vedo violenza: Mario Ruiz s’è rotto un ginocchio in un contrasto e Radu è afflitto dall’ennesimo strappo muscolare; no, Lotito sta bene. Anche terrorismo mi sembra esagerato, io non ero terrorizzato, nelle mie stanze, mentre a Nizza in un deprecabile incidente automobilistico alcune persone morivano… insomma, morivano mi sembra lapidario, diciamo che cadevano in letargo.

Ma andiamo a Bologna. Con quale diritto possiamo chiamare assassini gli autori della strage rissa con feriti contusi se pensiamo all’idraulico del mio paese?

E agli inglesi, ovviamente.

Io credo che un nuovo corso sarà possibile solo se sapremo pesare le parole e dare loro un nuovo significato.

Quale occasione migliore per dare dimostrazione del nuovo approccio agli eventi e, un domani chissà, scrivere un nuovo codice penale, visto che il lavoro sul vocabolario è già avanti?

ergastolo

er·gà·sto·lo

Valerio Fioravanti, membro dei NAR, otto (8) ergastoli – semilibertà

Mario Moretti, membro delle BR, sei (6) ergastoli – semilibertà

Valerio Morucci, membro delle BR, diversi ergastoli – oggi è libero

Raffaele Fiore, membro delle BR, ergastolo (solo uno: un pezzente*) – dal 1997 gode della libertà condizionale, confermata nel 2007

Franco Bonisoli, membro delle BR, ergastolo (*) – semilibertà.

Annunci

8 Replies to “guardavo un culo e mi sono dimenticato lo scalino”

    1. Sarebbe meglio se a dirmi di non toccarlo non fosse Caino stesso, ma in 36 anni le persone possono cambiare molto*, per quel che mi riguarda possono farsi pure monache, basta che non rompano i coglioni dalle pagine dei quotidiani con editoriali intrisi di moralismo da ex-qualcosa.
      *senza sarcasmo, sono serio

      1. Si può cambiare. Anche a 180°. Però. Se ho ammazzato e adesso sono profondamente convinta che ho fatto una cosa orribile e ho drasticamente cambiato vita, credo che mettermi in cattedra sia l’ultima cosa al mondo che potrebbe venirmi in mente. Anzi, dirò di più: io questa cosa la considererei un vero e proprio marchio di fabbrica: se ti viene l’idea di metterti in cattedra, col cazzo che sei cambiato.

    1. Non ce l’ho fatta a leggerlo tutto, per lo stile: sembra scritto da Galatea, il taglio delle giacche, i detenuti indistinguibili dai giornalisti e dai magistrati… ecco, questo non mi sorprende. Comunque, la quantità di denaro che gira nel campo della solidarietà giustifica la benevolenza verso chi, quel denaro, lo amministra e in caso di imprevisti si assume la responsabilità di tutto, senza coinvolgere estranei, benevolenti aggratise.

      1. Lasciando perdere l’ironia, credo che ci sia un problema serio di tempi: passano più di trent’anni, e solo oggi è chiaro anche ai ciechi che la signora Mafai aveva torto marcio. E chissà quante altre cazzate, sue e di altri, passano tutt’ora sotto silenzio. Il nostro dovere verso i figli e i figli dei figli è stonare nel coro, oggi per il 2046, tutte le volte che una cazzata è universalmente condivisa.

  1. Vero, impossibile leggerlo fino alla fine: dà proprio il voltastomaco, e il paragone con l’Oca Signorina ci sta tutto.
    A me, quando si trattano questi temi, il pensiero corre regolarmente ad Angelo Izzo, la cui redenzione era stata certificata da fior di psicologi e confermata dai magistrati. Che sicuramente non avranno perso il sonno per quella minuzia di avere le mani sporche di sangue.

via, sciò

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...