pur di non entrare nel merito

la potente macchina dell’antani, nel giro di ventiquattrore, riesce a trovare il dito sul quale prematurare. A Dacca il dito è il tessile e lo sfruttamento dei poveri bengalesi; causa occidentali cattivi [gli altri, sempre gli altri; io compro equo e solidale] e il libberomercato.

vieni da papà che rimestiamo la merda che mangiamo quotidianamente

Leggo altrove: Un paese dove gli operai che lavorano per l’Occidente guadagnano poche decine di dollari al mese, non hanno diritto di chiedere aumenti né di manifestare. Cinicamente aggiungerei che gli operai che non lavorano per l’Occidente il salario non lo percepiscono proprio e, a voler essere proprio pignolo, che non lavorano per l’Occidente, ma per un paesano.

Ora faccio una cosa mooolto poco professionale: ti dico i prezzi!

Una coppia* di asciugamani, prodotti in India dalla più grande industria tessile italiana, in propri stabilimenti, costa all’ingrosso circa quattro euro e settanta più IVA, viene venduta al dettaglio a meno di dieci euro. Quanto un cocktail che bevi tra venerdì e sabato sera, meno di una ricarica telefonica e meno di quello che chiede lei

chiedo scusa per la pessima qualità del dagherrotipo

ma gli asciugamani durano anni.

Vorrei avere una diapositiva della mascella sul pavimento e dei bulbi oculari che schizzano dalle orbite quando dite DIECI EURO!!! Come se vi fosse stato chiesto un pompino, subito dopo avervelo sfilato dal culo. MA IO LI HO VISTI A MENO! Comprali a meno! Magari sulla bancarella dove non ti fanno uno scontrino manco se strisci, prodotti da ? a ?, ma non venire a scassare i coglioni con i buoni sentimenti.

ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole, non c’è che da guardarsi allo specchio

*coppia (1+1): salvietta e ospite con cui asciughi, rispettivamente il viso e il culo anche se, nella maggior parte dei casi, sarebbe sufficiente l’ospite.

Annunci

12 Replies to “pur di non entrare nel merito”

  1. Invece sull’analogia del pompino sono confuso. A me lo chiedono sempre, e proprio in quelle circostanze: ma mica pago io.

via, sciò

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...