un buon motivo per non fare il presepe

Voglio squarciare il velo su quello che anche gli anticlericali più duri non hanno il coraggio di denunciare:

il problema non è la laicità dello Stato o la spiccata sensibilità altrui, ma contrapporre la verità alla più bieca propaganda.

Ci hanno abituati fin da piccoli alla menzogna, così che ora ci pare naturale; guardateli bene i personaggi di questo plastico sulla nascita di un ebreo di duemila e spicci anni fa:

20151130_193149.jpg

e sì, signori miei! Quella che maldestramente si cerca di mascherare è una Kippah, in testa a uno con abiti inequivocabili, e se questi vi sembrano i deliri di un complottista guardate questa allora:

20151130_193214.jpg

Ehi, ehi! quello è uno Shofar e chi lo suona non è un arabo, anzi se vogliamo essere onesti fino in fondo quello è uno che fino al millenovecentoquarantotto non aveva messo piede su quella terra, lui e il suo cazzo di Talled.

Ecco quindi che: o si è mentito sulle origini del Cristo o è sbagliata l’ambientazione e il presepe dovrebbe avere l’aspetto della Spagna di Isabella e Ferdinando o, al limite, del ghetto di Varsavia, luoghi d’origine degli ebrei che preferiamo.

Annunci

11 thoughts on “un buon motivo per non fare il presepe

    1. Lo shofar è un aerofono a bocchino, ci sono, quindi, tutte le premesse per un raddrizzamento, ma sul fatto che il responsabile possa essere il sig. Zampanò ho delle obiezioni.

via, sciò

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...