becoming insane

105

A giudicare dal numero di persone che citano Brecht, vantando il nero della propria lana, mi sa che dalla parte della ragione c’è un gran numero di sedie vuote

Annunci

13 Replies to “becoming insane”

  1. Bravo! E tutti quelli che, nei tocsciò, sostengono di non avere fatto la carriera che meritavano perché sono scomodi, non viene voglia di regalargli un cuscino per le emorroidi?

  2. Io avevo l’impressione che fosse pasa’ ‘l mumént per citare il Brecht: mi sapeva di un vezzo anni ’70, massimo ’80, quando c’era ancora lo Strehler e Milva cantava dalla parte giusta mentre la Vanoni, da quella sbagliata.
    Mi sento un po’ come il personaggio di quella vignetta di Altan, che diceva: “mi sorprende questo riflusso moderato: mi devo essere perso il flusso progressista”.

    1. Io, come l’attore de’ strazione popolare, so ignorante vero e di Brecht niente so, tranne che soleva sedere dalla parte del torto e lo so grazie a tutti coloro che, sul webbe, vantano tale abitudine. Che questa consuetudine puzzasse di obsolescenza lo sospettavo, almeno in passato aveva il pregio della novità, dell’essere provocatoria.

      1. ‘Mbè, rilassiamoci: le citazioni sono buffe; perché son sempre quelle. A sentire in giro, il caro Wilhelm – no, Siegfried, cioè: Wolfgang (come cacchio si chiamava, di nome?) pare avesse, in tutta la vita, detto solo quella della sedia in parte. Mai che uno citi qualcos’altro, che so: “come diceva Brecht: ‘guten tag'”. Alzi la mano chi non è ignorante (il primo che la alza è appena stato su Wikipedia).

    1. L’ho dovuto cercare, data la condizione specificata in un commento precedente. L’ho trovata in un sito che si chiama “Canzoni contro la guerra” e ci sono due immagini del male: Hitler e Berlusconi. Reputo il secondo un cialtrone e un disonesto di prima categoria, quasi come chi fa associazioni di tale tipo: spesso (chi fa tale associazione) è uno che celebra macellai che hanno condiviso o condividono le stesse passioni di Hitler, ma pacifista e antirazzista.
      Non c’entrava un cazzo, lo so.

via, sciò

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...