tra la Camusso e la servitù della gleba non può non esserci qualcosa

Tra le persone a cui darei una testata sul naso ci sono quelli che:

-la prima cosa che chiedono è quanto mi dai- 

perché, loro, è l’ultima cosa di cui parlerebbero, anzi: non ne parlerebbero affatto. Come se la retribuzione fosse un elemento trascurabile [la tua, sì]. Del resto si dice ringrazia Dio che hai un lavoro, mica che hai uno stipendio.

Tutto questo angustia non poco i nostri capitani d’impresa che, spesso, hanno il grande merito d’essere figli di qualcuno che si è saputo muovere in un Paese in cui il rispetto delle regole e la distanza dai favori dell’amico politico erano abitudine diffusa,

mica come voi che non conoscete il significato del termine sacrificio.

Annunci

5 Replies to “tra la Camusso e la servitù della gleba non può non esserci qualcosa”

  1. Le logiche produttive e/o capitalistiche in ambito scolastico non funzionano mai.
    Ne consegue che la scuola deve essere improduttiva e comunista, una inutile ridondanza.

    La scuola non è una fabbrica che produce merce.

    1. Ma la scuola non produce studenti, dovrebbe dare loro un’istruzione. Provi ad immaginarlo come servizio, allo stesso modo della terapia per il malato, che non può essere erogato a cazzo di cane perché “non è una merce”.

      1. Appunto, il ruolo della scuola è didattico, formativo, educativo, culturale. Questi concetti fanno a pugni con le logiche capitalistiche che si basano solo sulla legge del profitto; poi si può discutere all’infinito riguardo il buono e il cattivo funzionamento della scuola italiana, ma in ogni caso se non si hanno ben chiari gli obiettivi formativi invece di andare avanti andremo sempre più ‘indietro. Concepire la scuola come se fosse solo una spesa vuol dire che non si vuole programmare il futuro del paese e che si cerca la scorciatoia della privatizzazione scolastica finanziata con soldi pubblici.

via, sciò

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...